Gli attacchi di panico post-parto non sono qualcosa di cui si sente parlare spesso, ma questo non significa che siano meno importanti.

Un attacco di panico post-parto è reale quanto la depressione post-parto e nessuna mamma dovrebbe mai soffrirne in silenzio. Il problema degli attacchi di panico è che non sono conosciuti quanto la depressione, quindi sono spesso trascurati. Comunque, i segni ed i sintomi sono molto simili ad un comune attacco di panico, ma l’attenzione tende a focalizzarsi su qualcosa che sta accadendo al bambino.

Ecco 4 consigli che è possibile ricordare per far fronte agli attacchi di panico post-parto.

– Uno: Respirare

Non importa dove ci si trovi, è possibile tenere sotto controllo un attacco di panico grazie ad una semplice tecnica di respirazione. Se si sente che sta per avere un attacco di panico bisogna respirare molto lentamente, contando fino a 5. Mentre si inspira, bisogna sentire lo stomaco allungarsi; finito di inspirare, bisogna trattenere il fiato per pochi secondi, poi si inizia ad espirare lentamente, contando sempre fino a 5. Bisogna farlo per 5 volte.

– Due: Comportarsi come se andasse tutto bene

Gli attacchi di panico sono spesso resi peggiori dalle stesse paure: quando l’attacco di panico inizia, sembra che non si possa fare niente per controllarlo, il che rende l’attacco peggiore. Invece quello che bisogna provare a fare è comportarsi come se non fosse un grosso problema. Bisognerebbe riuscire a parlare a se stessi, a voce alta o nella propria mente, non importa, dicendosi che l’attacco di panico non è così  spaventoso e che è possibile gestirlo.

– Tre: Ridimensionare

Alcune donne trovano che comportarsi come se l’attacco di panico non sia un grosso problema non funziona sempre. Invece, il pensiero positivo è quello che queste donne hanno scoperto funzionare. E’ simile a quanto descritto precedentemente,  ma le parole che si usano sono differenti. Quando si sente arrivare un attacco di panico bisogna iniziare a dirsi che va tutto bene, è solo un attacco di panico. Si può anche dire a se stessi che finirà presto e che una volta finito tutto tornerà alla normalità.

– Quattro: Rilassamento

Forse uno dei migliori metodi per affrontare un attacco di panico post-parto è quello di trovare attività che  rilassano. Ognuno di noi ha delle attività che lo fanno sentire calmo e rilassato. Alcuni trovano il suono dell’oceano molto rilassante; altri si rilassano quando qualcuno gli spazzola i capelli. Quando l’attacco di panico  inizia a crescere, bisogna intraprendere una di  queste attività, fino a quando non è passato.

Anche se queste indicazioni possono aiutare a gestire sul momento gli attacchi di panico, per chi ne soffre cercare un aiuto professionale è un passo molto utile.